top of page
  • CFP-UPT

BORGO VALSUGANA - UNA NUOVA SCUOLA PER IL FUTURO DEI GIOVANI

Aggiornamento: 3 dic 2022


Le lezioni sono iniziate il 12 settembre. Presso la nuova sede di Borgo Valsugana della

Scuola delle Professioni per il Terziario dell’Università Popolare Trentina, da

questo anno scolastico è stato attivato il corso per ottenere la nuova qualifica di “Operatore dei sistemi e dei servizi logistici”. Oltre una decina gli studenti coinvolti in una nuova proposta che va ad integrare le offerte formative e scolastiche della valle. Il corso di studi è di tre anni e permette, al termine, di proseguire con il quarto anno per ottenere il Diploma Professionale di “Tecnico dei Servizi Logistici”.

La logistica, è stato sottolineato in occasione della recente inaugurazione dei nuovi spazi in via del Mercato, è il motore del pianeta e interessa diversi ambiti del tessuto economico e imprenditoriale. L’obiettivo del corso è dunque preparare una figura

professionale in grado di operare con competenza in tutti i processi di movimentazione

delle merci (stoccaggio, trasporto, spedizione, consegna e servizio post vendita). Grande attenzione sarà riservata anche all’uso delle tecnologie informatiche e all’apprendimento

delle lingue. Una scuola innovativa ed inclusiva, fortemente voluta a Borgo ed in Valsugana dall’UPT e dal suo presidente Ivo Tarolli. “Borgo è un centro nevralgico per il trasporto su gomma e rotaia – ha ricordato – e nella realtà di oggi, nell’epoca della

transizione sostenibile, è più che mai importante programmare il nostro futuro. E quello delle prossime generazioni. La mobilità integrata sarà una delle scommesse su cui dovremo confrontarci quanto prima. Noi, come Upt, abbiamo messo in campo questa

proposta per formare oggi quelli che saranno gli addetti ed i responsabili

nel settore della vendita, della logistica, del trasporto e del digitale”.

Alla presentazione erano presenti, oltre a Tarolli, anche il direttore generale

dell’Università Popolare Trentina Maurizio Cadonna con il presidente della Comunità Valsugana e Tesino e sindaco di Borgo Enrico Galvan, i suoi colleghi di Scurelle e Castello Tesino e diversi rappresentanti delle associazioni di categorie ed aziende del territorio. Nei diversi interventi è stata evidenziata l’importanza di un’offerta formativa di qualità che metta in relazione il mondo della scuola con quello dell’economia. La direttrice

della scuola di Borgo Claudia Mammani ,nel suo contributo, ha ricordato “come oggi riusciamo a portare a compimento un percorso che ci ha visto impegnati in diversi open day sul territorio, il tutto con la massima collaborazione degli enti pubblici e scolastici di zona, associazioni di categoria. Da diverse settimane sono iniziate le lezioni per preparare figure professionali che, in un domani, opereranno all’interno di organizzazioni commerciali e della media e grande distribuzione”. All’inaugurazione erano presenti anche l’assessore provinciale Mirko Bisesti e il vice presidente della

giunta regionale Roberto Paccher. “Una scuola – ha detto l’assessore

Bisesti – legata al territorio e alle sue imprese. Un nuovo corso per formare

figure specializzate in logistica, un ambito fondamentale per le aziende

che hanno bisogno di personale che ha seguito una formazione specifica.

Flessibilità e innovazione, lo ricordiamo spesso, sono caratteristiche importanti per il mondo della scuola e della formazione. Si tratta di un’opportunità importante per i giovani che apre loro anche la possibilità di proseguire il loro corso di studi”. Sono numerose le possibilità occupazionali legate al mondo della logistica: dai

trasporti alla gestione di magazzini, dalla distribuzione all’ambito commerciale.

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page