• Walter Iori

TRENTO - Vittime dell'immigrazione: il ricordo della classe 2C!

Il 3 ottobre è celebrata come la giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione. Si vuole ricordare che a partire dal 3 ottobre del 2013, quando 368 persone persero la vita di fronte a Lampedusa, altre 25mila persone sono morte nel tentativo di raggiungere l'Europa per cercare una via di fuga a guerre, carestie, diritti umani negati e malattie.

Per l’occasione il Centro Astalli e il Forum Trentino per la Pace hanno organizzato delle visite alla Stele dedicata alle vittime dell'immigrazione posta al Cimitero Monumentale di Trento.

La classe 2C, con la prof.ssa Francesca Pisoni e l’educatrice Lorena Feller, hanno avuto l’onore di poter partecipare ad uno di questi percorsi.

Le letture del libro di Mamadou, migrante eritreo che ha attraversato l’Africa per raggiungere la Libia e che da lì è partito alla volta di Lampedusa con un barcone, hanno accompagnato tutta la visita.

La Stele si trova nel Cimitero di Trento ed è caratterizzata da un’incisione di una poesia di Angel Crespo che in poche righe racchiude tutto il dolore dell’abbandono della terra natia verso un ignoto raccontato con colori forti, ma che nella realtà diventa un cammino verso l’inferno.

Un cartellone blu con segnati tutti i nomi delle persone che sono arrivate in Europa attraverso le rotte migratorie e con anche quelle che non ce l’hanno fatta, ha reso l’idea di quanti, adulti e bambini, hanno rischiato e continuano a rischiare la loro vita per il miraggio di un futuro migliore.




45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti