top of page
  • Immagine del redattoreWalter Iori

TRENTO - Baby gang e disagio giovanile con il prof. SAVONA!

Nei giorni scorsi i nostri studenti del CAPES e delle classi quarte di Trento hanno incontrato, assieme ai loro insegnanti ed al Direttore Generale dell’UPT Maurizio Cadonna, nell’ambito del percorso di educazione civica, il prof. Ernesto Ugo Savona, criminologo di fama mondiale, fondatore e direttore di Transcrime, che li ha condotti in un percorso di approfondimento del fenomeno delle baby gang.

Il prof. Savona ha presentato i primi risultati di un rapporto preparato da Transcrime che evidenzia un progressivo peggioramento, negli ultimi cinque anni, della problematicità dei comportamenti e del disagio giovanile, con un aumento dei minorenni arrestati per delitti, sottolineando come il mondo adulto e degli educatori abbia la responsabilità di studiare il problema, comprenderne le dinamiche e capire quali interventi sono più adeguati per attuare un’efficace prevenzione, a partire dai primi anni di vita dei bambini.

Il fenomeno delle baby gang è stato analizzato nella sua complessità, a partire dai componenti delle stesse, non sempre giovani in situazione di disagio, dai comportamenti posti in essere, spesso violenti, non tralasciando il ruolo di internet e dei social, che rappresenta un collante tra le varie forme di violenza che oggi sono messe in atto.

Il prof. Savona ha insistito sulla necessità di politiche pubbliche che investano sui giovanissimi, per ridurre i fattori di rischio, di supporto alle scuole, a partire da quelle dell’infanzia, di sostegno alle famiglie, particolarmente a quelle più in difficoltà.

Il dibattito, alimentato dalle numerose domande dei nostri studenti, ha portato ad analizzare i modelli culturali oggi più rilevanti nella nostra società, il rischio della violenza che chiama violenza, con un effetto moltiplicatore, ma anche la prospettiva di una società dove tornino a prevalere la pace e l’armonica convivenza tra le persone.

Una mattinata intensa, quindi, che ha rappresentato certamente una tappa importante nel percorso di crescita consapevole dei nostri giovani, chiamati a dare il loro contributo per costruire assieme un mondo migliore…


57 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page